News

TENDINOPATIE E TECARTERAPIA

I tendini come tutti i tessuti molli, possono soffrire di varie patologie, che vengono indicate con una terminologia medica specifica. Per tendinopatia si intende una condizione clinica generica che riguarda tendini e zone immediatamente limitrofe, la tendinite invece è specificamente un processo infiammatorio. Se ad essere infiammata invece è la guaina sinoviale che riveste il tendine, allora si parla di tenosinovite, che di solito si presenta contemporaneamente alla tendinite.

La tenoperiostite, o tendinopatia inserzionale, è l’infiammazione della giunzione tra tendine e osso. Per finire, la tendinosi è una patologia che colpisce soprattutto gli anziani e coloro che continuano a sottoporre a sforzi eccessivi tendini la cui funzionalità sia già compromessa: si tratta di un processo degenerativo cronico del tessuto, che a lungo andare diventa più fragile e perde tonicità.

Spesso non si riesce a risalire alla causa precisa della tendinite. Ci sono dei fattori standard, quali ad esempio l’età: con il tempo, i tendini diventano più vulnerabili sia perché iniziano ad essere meno tonici, sia perché anche la vascolarizzazione comincia a ridursi. I danni in questa zona possono essere causati da sforzi, da malattie, da infezioni. Esercizi ripetuti, a cui non si è abituati o che vengono eseguiti male, sforzi eccessivi, microtraumi che si susseguono, tutto questo può provocare lesioni ai tendini. Ma queste strutture possono subire anche le conseguenze di malattie sistemiche come l’artrite reumatoide, il lupus eritematoso, la sclerosi sistemica.

La tendinite può colpire chiunque svolga attività sportive, agonistiche o amatoriali, o anche professioni che sovraccaricano i tendini. Tra gli sport, sono soprattutto a rischio tennis, pallamano, basket, rugby, calcio, football americano, alcune specialità atletiche tra cui salto in alto e salto in lungo. Sono a rischio anche musicisti e chi passa molte ore davanti a un computer, utilizzando il mouse.

Integrato anche al nostro trattamento per la proprietà di stimolare in profondità il sistema circolatorio e linfatico, l’effetto sviluppato dalla Tecarterapia, consente progressi notevoli nella risoluzione di numerose patologie di tipo osteoarticolare e muscolare, acute e croniche, tra cui appunto  tendiniti e tendinopatie, riducendo enormemente i tempi e i costi.

Nello specifico delle tendiniti e tendinopatie, con il trattamento di tecarterapia,  si riducono rapidamente flogosi e dolore reidratando il tessuto ischemizzato e asportando le tossine causa dell’algia attraverso l’incremento localizzato della microcircolazione.

Comments are closed