News

TAPING MUSCOLARE

Negli ultimi trenta anni varie tecniche di bendaggio anelastico ed elastico sono state sviluppate in diverse parti del mondo, ma all’origine di queste metodiche rimane sempre la compressione delle varie parti del corpo.

Risalgono invece agli anni Settanta le nuove tecniche di taping, ossia l’applicazione di un nastro adesivo elastico con diversi livelli di tensione che forniva sempre uno stimolo di tipo compressivo in grado di fornire un’assistenza esterna ai muscoli e che trovava applicazione soprattutto in ambiente sportivo.

La metodologia del Taping è una terapia biomeccanica che utilizza stimoli decompressivi e compressivi per ottenere effetti benefici sui sistemi muscolo scheletrico, vascolare, linfatico e neurologico, prefiggendosi scopi clinici e riabilitativi. Con l’applicazione di nastri si formano pliche cutanee (circonvoluzioni) durante il movimento corporeo che facilitano il drenaggio linfatico, favoriscono la vascolarizzazione sanguigna, riducono il peldolordolore, migliorano l’ampiezza del movimento muscolo articolare e la postura.

Il Taping muscolare è una tecnica correttiva meccanica e sensoriale che, basandosi sulle naturali capacità di guarigione del corpo, favorisce una migliore circolazione sanguigna e linfatica nell’area trattata. E’ ideale nella cura dei muscoli, dei nervi e nelle situazioni post-traumatiche, in fisioterapia nei trattamenti osteopatici, o semplicemente per migliorare la riabilitazione. L’uso del Taping muscolare offre al terapista un approccio nuovo, innovativo e non farmacologico. Il corpo viene trattato con un nastro elastico, che permette il pieno movimento muscolare e articolare e attiva le difese corporee, aumentando la capacità di guarigione. Il Taping muscolare è una tecnica non invasiva, non farmacologica, che  offre ai pazienti una cura efficace e localizzata.

Il Taping ha quindi rivoluzionato il mondo della terapia fisica e della medicina sportiva.
E’ diventato con il tempo e con una clinica quotidiana, che vanta milioni di applicazioni in tutto il mondo, il più efficace trattamento integrato della terapia fisioterapica.

La parte coperta dal taping forma delle convoluzioni sulla pelle, aumentando così lo spazio interstiziale.
Il risultato è una riduzione della pressione e dell’irritazione sui recettori neurali e sensoriali, alleviando il dolore.

Il taping è composto al 100% da cotone di qualità, è quindi confortevole e traspirante. L’ elasticità propria di questo prodotto imita la flessibilità della pelle umana e dei muscoli. L’adesivo si attiva attraverso il calore, è leggero, delicato ed ipo-allergenico, riducendo quindi la possibilità di irritazione e di sensibilizzazione della pelle rispetto ad altri bendaggi adesivi. E’ totalmente privo di lattice, ed il suo particolare design ad onda lascia passare l’aria sollevando microscopicamente la pelle e facendo uscire l’umidità. È anche resistente e confortevole, può infatti essere indossato per anche 3 o 5 giorni ad ogni applicazione. Un rotolo è sufficiente per 8-10 applicazioni.

Questo metodo si utilizza per ridurre il dolore e l’infiammazione muscolare, per rilassare i muscoli troppo tesi, e fornire supporto in movimento 24 ore su 24. Il bendaggio elastico non stringe e permette di muoversi liberamente, contrariamente ai tradizionali bendaggi sportivi che vengono fasciati attorno all’articolazione per stabilizzarla e dare supporto durante un evento sportivo. Viene utilizzato per trattare un gran quantitativo di condizioni che spaziano dall’emicrania ai problemi plantari. Alcuni esempi: riabilitazione da infortuni sportivi, sindrome da tunnel carpale, dolore lombare (sublussazioni, ernia del disco), condizioni che riguardano il ginocchio o le spalle, e molti altri ancora.

Non c’è differenza a livello fisico o chimico tra i vari colori, che sono stati concepiti secondo i principi della cromoterapia: il beige si vede appena sulla pelle, mentre il nero è stato prodotto a grande richiesta. La scelta del colore è puramente personale.

Comments are closed